Moda Bon Ton ~ Il primo sito dedicato allo stile Bon Ton

Questo è il primo sito, forum e mercatino dedicato allo stile Bon Ton.
Per usufruire di tutti i vantaggi che offre il forum, compreso la possibilità di acquistare nel mercatino e la visualizzazione delle sezioni a te dedicate, consigliamo una semplice e gratuita registrazione...




IndicePortaleRegistratiFAQAccedi

Condividere | 
 

 Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
MadameLamù
avatar


MessaggioTitolo: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 30 Nov 2011, 00:54

Promemoria primo messaggio :

Benchè ci pensassi già da tempo, solo dopo aver letto il post di ginevra71che lamenta la mancanza di educazione dei colleghi di lavoro, ho finalmente deciso, di proporvi un pò per gioco un pò perchè ce ne sarebbe veramente bisogno, di scrivere insieme un manuale anche ironico con le regole della buona educazione nei rapporti sociali (colleghi...parenti... amici....fidanzati ecc)(e magari qualcuna deciderà di trasformarlo in un regalo di Natale per quelle persone maleducate diavolatta )

Che ne dite, ci proviamo? occhiolino
Inizio io:
1) quando non rispondo al cellulare, è inutile che continui a chiamare ininterrottamente con tutte le schede che hai a disposizione fino a scaricarmi la batteria...magari sono impegnata e ti richiamo quando ho finito.
E il numero anonimo? Quello te lo puoi risparmiare...pensi che sia stupida a non aver capito che è sei sempre tu a chiamare dopo aver esaurito tutte le schede che hai a disposizione? muto
2)almeno la domenica apprezzerei molto se evitassi di chiamare alle 9 di mattina per dire:"ah, vedo che sei già sveglia" shock eyes rain Anche perchè dopo 3 domeniche consecutive potrei decidere di chiamarti in piena notte per dirti "Ah, ma come mai sei sveglio?" rido
3)E' vero che "chiedere è lecito;rispondere è cortesia" ma non puoi farmi l'interrogatorio ogni volta che t'incontro: dove vai? ...da dove vieni?...quello dove l'hai comprato?...quanto l'hai pagato?....
Ricordati che prima di mettermi alla sbarra devi darmi la possibilità di chiamare un avvocato :l\'hoscampata:
4)il campanello di casa mia basta suonarlo una volta e non scampanellare fino a che non arrivo alla porta...così facendo rischi di essere scambiato per Quasimodo il campanaro di Notre Dame. impazzisco

Per ora mi fermo qui.....continuate voi se vi va...Buonanotte happy star
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
anele88
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Ven 11 Mag 2012, 08:43

ah ah ah scusa non riesco a smettere hi hi hi mito: ma su quale nuvola vive il tuo amico??? "i problemi diventano superabili"? i problemi si moltiplicano perchè ci sono i tuoi, i suoi e i vostri... e poi non è che tutti abbiamo la fortuna di trovare l'anima gemella al primo sciocco di dita cacchio
Tornare in alto Andare in basso
Ellie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Sab 12 Mag 2012, 21:34

Condivido i vostri pensieri: sono cose che proprio rovinano le giornate. Non ho un ragazzo, perché non ho ancora trovato la persona giusta. Punto. Sono domande che smontano, proprio tanto.
Tornare in alto Andare in basso
petruzza
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Sab 12 Mag 2012, 23:00

Oh come vi capisco!!Trovo che sia davvero orribile la domanda sul ragazzo, spesso mi capita che me lo chiedano e non so mai come rispondermi, devo trovarmi una risposta pronta e che faccia loro chiudere la bocca!! Scusatemi ma mi fanno infuriare! censored
Tornare in alto Andare in basso
Ellie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Dom 13 Mag 2012, 10:52

Credo che non ci si possa fare niente. Io la persona giusta l'ho trovata, ma prima era una cosa estremamente imbarazzante. Più che altro non capisci né il significato, né la necessità di questa domanda. E' stupida, superflua e senza senso. Ma che significa? Se una è una ragazza carina, intelligente, dotata di buone qualità deve essere obbligatorio avere un fidanzato? Proprio non capisco. E' un' impostazione della realtà molto maschilistica, secondo me, ma che viene giudicata normale e coerente sia da uomini che da donne. Non è che superata una soglia di età è obbligatorio accasarsi: ho amiche che stanno benissimo da sole ed io stessa, se non avessi avuto la fortuna di incontrare la mia persona, sarei stata tranquillamente da sola. E' molto triste come domanda, come pensiero, perché trovare la persona giusta non è un merito nè un demerito, ma una questione di pura fortuna, di destino. E poi c'è sempre tempo!

Tornare in alto Andare in basso
Veggie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mar 22 Mag 2012, 12:51

Purtroppo di maleducati ce ne sono troppi in giro, ma non ho ancora deicso se son peggio quelli che lo fanno consapevolmente o quelli che neanche se ne accorgono.
Aggiungo comunque la mia lista degli atteggiamenti da evitare, molti dei quali purtroppo visti con i miei occhi di recente:

- se ti mando un biglietto d'invito (a una festa ad esempio) con la sigla R.S.V.P. (repondez s'il vous plait), significa che è gradita conferma, possibilmente in tempo utile. Non comunicare la propria presenza nè la propria assenza è in ogni caso estremamente maleducato;
- se ti invito a una festa, un matrimonio, un qualsiasi evento in cui io sono festeggiato, è molto maleducato che tu scatti foto solo a te stesso e alla tua ristretta cricca di amici, e le pubblichi magari su un social network, magari addirittura all'interno di un album di foto dal titolo "close friends", senza far comparire nè far menzione del festeggiato e dell'occasione di festa... sì, hai capito bene, è estremamente da cafoni;
- se sei invitato a un aperitivo a buffet, non è carino avventarti sul cibo come se non mangiassi da una settimana. Anche perchè il cibo è normalmente sovradimensionato rispetto al numero dei presenti e non ho mai visto nessuno rimanere senza (e poi non sei lì primariamente per ingozzarti ma per festeggiare qualcuno o passare qualche ora in compagnia, giusto?) ;
- se gli ospiti mettono a disposizione cioccolatini, caramelle, confetti o altri pensierini (sigari, bolle di sapone etc.), è estremamente scorretto e vergognoso, nonchè da marcioni, riempirsene le tasche, rischiando di lasciare qualcuno senza, allo scopo di fare "scorta" per quando si è a casa;
- se organizzi una festa a sorpresa o un addio al nubilato, scegli di fare qualcosa secondo il gusto del festeggiato, e non in base a quello che piace a te, organizzatore;
- lo stesso dicasi per i regali: è bello voler regalare qualcosa secondo il proprio gusto, per rendere partecipe un amico di qualcosa che magari non conosce e potrebbe gradire (un cd, un libro), ma evita di regalargli un portagioie rosa se tutto quello che possiede è nero e borchiato...
- evita di essere monotematico nei discorsi, soprattutto se il tema è una lamentela unica. Tutti abbiamo le nostre difficoltà e motivi di lamentela, ma non per questo non possiamo parlare d'altro;
- non usare la scusa del lavoro per rifiutare inviti e creare difficoltà nel vedere amici: tutti lavoriamo ma riusciamo allo stesso tempo ad avere una vita sociale. Dì piuttosto che preferisci non uscire, non prendere l'auto, vedere qualcun'altro. Anche la semplice frase "non è periodo" o "stasera preferisco stare a casa o fare altro" è meglio piuttosto che far pesare il fatto che lavori, lavori, lavori e lavori (solo tu).
- se qualcuno ti manda una mail o un sms e si aspetta una risposta, è buona educazione rispondere sempre e comunque, magari anche con un "forse" o "ti faccio sapere più tardi". Fare il "desaparecido" e lasciare le cose in sospeso è da villani;
- autoinvitarsi? Mai!!!
- le espressioni "per favore" e "grazie" non uccidono nessuno, perchè averle tanto in antipatia?
- se inviti qualcuno a passare un week end presso la tua casa di vacanze, non puoi pretendere di costringerlo a fare tutto e solo ciò che vuoi tu e che piace a te, dove dici tu e quando preferisici, solo perchè lo ospiti;
- se hai un'osservazione o un richiamo da fare a un collega o uno stagista che ha fatto male un lavoro o per l'ennesima volta ha lasciato sporco uno spazio comune o non ha rimesso a posto un oggetto che tutti devono usare, prendi in disparte la persona in questione e digli quello che devi, possibilmente con tatto, e senza metterlo in imbarazzo davanti ad altre persone;
- se usi un social network come facebook, per favore evita di pubblicare tutti quei link pesantemente offensivi verso il vaticano, il papa e la religione in generale. Sei libero di essere non credente o credere in quello che vuoi, ma questo è diverso dall'offendere chi invece la pensa diversamente da te. E' una forma di razzismo a tutti gli effetti, te ne rendi conto?
- se su facebook posti nel tuo stato un aforisma copia-incollato, perchè non includere anche l'autore? La gente non è stupida, lo vede che non è un pensiero tuo, specialmente se di norma 2 o 3 errori di grammatica a riga ci scappano e in questo caso il linguaggio è forbito e impeccabile;
- se viaggi sui mezzi pubblici, evita di occupare più dello spazio destinato a una persona, anche se lo sappiamo tutti che è bello stare comodi con zaino, borse e cappotto. Qualunque altro passeggero ha tuttavia il tuo stesso diritto di occupare un posto, per cui evita di sbuffare se ti chiede di spostare i tuoi oggetti personali.

So che mi verranno in mente altri punti, per cui passerò di nuovo da qui. A presto!


Ultima modifica di Veggie il Mar 22 Mag 2012, 16:08, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
anele88
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mar 22 Mag 2012, 15:55

per caso la maggior parte delle cose sono successe a te per il matrimonio??? perchè ad eccezione dell'addio al nubilato che è stato organizzato dalla mia sorella maggiore nonchè mia testimone che mi conosce benissimo e dei richiami da parte dei colleghi (di solito sono io a dover fare i richiami e sono sempre gli stessi), il resto mi è successo, tutto quanto!! mmmmhhh
Tornare in alto Andare in basso
Veggie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mar 22 Mag 2012, 16:25

Spoiler:
 
Tornare in alto Andare in basso
anele88
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mar 22 Mag 2012, 16:48

ah ah ah hai ragione ben gli sta alle organizzatrici hi hi hi mito per il matrimonio tuo marito ha pienamente ragione e tu hai fatto bene a non dar troppo peso a gesti del genere seeeeee il mio capo invece è giovane e sbaglia ad essere troppo amico degli operai che si prendono evidentemente troppa confidenza e non ascoltano nessuno, si sentono i padroni dell'universo e a me tocca sembrare la signorina Rottermaier incavolata verde
Tornare in alto Andare in basso
Ellie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mar 22 Mag 2012, 18:46

E' vero... molta maleducazione si vede anche ai matrimoni. A me è successa una cosa molto molto molto molto triste e maleducata. Una mia carissima parente era fidanzata con il testimone nonché fratello dello sposo. I due si sono lasciati una settimana prima del matrimonio. Ora, durante il ricevimento, fin dentro alla chiesa, le amiche della sposa, alle quali non stava molto simpatica questa mia parente, alias mia sorella, non hanno fatto altro che girarsi verso di me e sparlare. Sparlare sparlare sparlare. E le vedevamo sia, io che il mio fidanzato.
Io credo che le amiche della sposa, durante queste feste, debbano mantenere un comportamento civili, non fare le sorellastre di Cenerentola che prendono di mira le invitate che non sopportano/invidiano (erano tutte zitellacce mentre io sono allegramente fidanzata).

Stessa cosa per gli addii ai nubilati: secondo me è importante non obbligare, rispettare la sensibilità di tutti i partecipanti ed evitare facezie a sfondo chiaramente, scusatemi, sessuale, con scherzetti volgari e doppi sensi indecenti. E' vergognoso che certe donne amino scimmiottare i peggiori comportamenti degli uomini.

Trovo altresì maleducato, oltre a tutto quello postato di Veggie, la cui opinione è da me approvata incondizionatamente, che gli sposi chiedano esplicitamente cosa vogliono di regalo. Non sto parlando della lista nozze, a cui ognuno può partecipare secondo la propria disponibilità, ma delle quote fisse da pagare in agenzia per il viaggio di nozze. Non lo trovo cortese, specialmente se queste quote sono alte e non tutte se le possono permettere.
Tornare in alto Andare in basso
anele88
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 07:25

Quote fisse??? Ancora non mi è capitato, a me avevano detto che potevamo tenere una specie di fortino (parlo come un pirata bliki ) dove gli invitati regalavano quel che potevano e segnavano i loro nomi su un librettino! Per le amiche della sposa, le persone che si comportano così, sole sono e sole rimarranno! Ellie il mio addio al nubilato, è meglio che non te lo racconto timidissima
Ah sapete cosa non sopporto ai matrimoni, gli amici e i parenti che si ubriacano fino a star male, un po' di brio ok ci sta ma non esagerare mmmmhhh
Ho notato osservando le nipoti (età dai 13 ai 6 anni) che non hanno alcun rispetto per genitori, nonni, zii, per nessuno... Non dicono grazie e perfavore, danno gli ordini alla madre e quando lei chiede qualcosa la loro risposta è sempre No... L'educazione è fuori moda?? Il rispetto per le persone più grandi lo abbiamo perso per strada?? E il dialogo?? Non si parla più? Se i nipoti Chiedono delle cose, delle spiegazioni, i genitori aspettano che se ne dimenticano così non devono dare una risposta! Io non li capisco... Poi sento "zia mi spieghi..." e io "se non mi dici le parole magiche non ti dico nulla, lo sai" "perfavore" sono l'unica che si sente dire queste parole perché praticamente le costringo mmmmhhh
Tornare in alto Andare in basso
charlie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 12:36

Sono d'accordo con tutto quello che avete scritto, io sono una persona molto golosa per certe cose, a casa a volte mangio troppo se c'è una cosa che mi piace.. Ma ogni volta che sono a pranzo o cena fuori mi tengo sempre tanto, proprio per non fare la figura della morta di fame. affraid
Comunque io credo che tutte le regole siano applicabili anche in famiglia, non trovate? Voglio dire che ho una cugina più piccola e siamo molto attaccate,ma mi dà fastidio che vada nella mia stanza e prenda le mie cose senza chiedere, poi quando arrivo io trovo le mie cose sul letto e non le rimette a posto. Ovvio che non sei un'ospite come gli altri e c'è più familiarità, però è sempre casa mia, no?Sono io strana? ?????


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Tornare in alto Andare in basso
Veggie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 12:48

Si, sono tutti atteggiamenti che dovrebbero essere validi con chiunque, anche in famiglia. Anche perchè l'educazione parte da casa e quotidianità. [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Tornare in alto Andare in basso
charlie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 13:51

Oh meno male che almeno un'altra persona la pensa come me! Applauso
Le farò leggere questo post.. XD


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Tornare in alto Andare in basso
anele88
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 14:18

hai ragionissima Charlie seeeeee
Tornare in alto Andare in basso
Ellie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 16:03

Spoiler:
 
Tornare in alto Andare in basso
Veggie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 16:11

Spoiler:
 
Tornare in alto Andare in basso
charlie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 16:29

Ahah Ellie sei un genio del male! clapclap
Mia cugina è un po' grande, non so se si spaventerebbe.. Ma posso sempre provare! rido


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Tornare in alto Andare in basso
anele88
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 16:36

Ellie l'idea è bellissima hi hi hi mito ma personalmente non potrei mai farlo, io soffro di aracnofobia potrei svenire nel preparare il tranello sorry
Tornare in alto Andare in basso
Susie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 22:01

"Guarda, ho appena invitato al compleanno anche Tizio, Caio e Sempronio... te lo dico così puoi contarli per il regalo da farmi (che spero proprio sia una digitale nuova!!)"



true life.
Tornare in alto Andare in basso
Veggie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Mer 23 Mag 2012, 22:48

Spoiler:
 
Tornare in alto Andare in basso
anele88
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Gio 24 Mag 2012, 07:24

incavolata verde Eh?
Tornare in alto Andare in basso
Ellie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Gio 24 Mag 2012, 21:07

Che grazia, che educazione! Per quanto nelle feste di compleanno si usi per tradizione fare un regalo al festeggiato, questo non deve approfittarne. Che face of bronze!

Spoiler:
 
Tornare in alto Andare in basso
charlie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Dom 27 Mag 2012, 15:37

Susie ha scritto:
"Guarda, ho appena invitato al compleanno anche Tizio, Caio e Sempronio... te lo dico così puoi contarli per il regalo da farmi (che spero proprio sia una digitale nuova!!)"



true life.

Ma.. che faccia tosta! shock eyes
Poi non so voi, a me fastidio quando alcuni si lamentano di regali poco costosi, un mio amico si aspettava che una sua amica gli regalasse un biglietto per un concerto (costo sui 50 € mi pare) e invece ha ricevuto un'altra cosa. Gli ho detto che personalmente non spenderei tanto per un amico, siamo tutti ancora studenti delle superiori e sono soldi della nostra famiglia, lui ha detto "eh ma lei può permetterselo, la sua famiglia è piena di soldi" ... muto
Un regalo è prima di tutto un pensiero! Onestamente credo che fidanzati e familiari a parte non sia da spendere tanto visto che siamo tutti studenti e si sa che non sono soldi nostri, inoltre fare regali troppo costosi è come sbattere in faccia a qualcuno che hai più soldi di lui. Almeno, mia madre mi dice sempre così.. Timido


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Tornare in alto Andare in basso
Veggie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Dom 27 Mag 2012, 19:03

Ecco, mi sono venute in mente queste cattive abitudini da evitare per strada:

- una cosa estremamente maleducata, che molte persone fanno, è fermarsi davanti alle porte, ingressi o nei luoghi di passaggio (corridoi, marciapiedi), ingombrandoli ed ostacolando il passaggio. Ho notato che accade specialmente quando ci sono gruppi di 3 o più persone che si fermano a chiacchierare.... fregandosene di chi gli sta intorno.

- e ancora, camminando sul marciapiede, mi capita di incrociare persone (di solito studenti delle superiori, mentre mi reco al lavoro la mattina) che arrivano dalla parte opposta, schierate a 3 fino a occupare in larghezza tutto lo spazio, e quando ci si incrocia spesso capita che non si scansino... fregandosene se, chi arriva dall'altra parte, deve scendere dal marciapiede o si prende una spallata!

- nel momento in cui ci si cede il passo, capita di muoversi spostandosi nella stessa direzione, a cui segue spostamento dall'altra parte e non si riesce ad accordarsi. In questo caso è sufficiente fare un sorriso e non muoversi, aspettando che l'altro decida dove andare... sbuffare scocciati con la faccia scura non risolve certo la questione!
Tornare in alto Andare in basso
Susie
avatar


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   Dom 27 Mag 2012, 20:34

Concordo soprattutto su quest'ultimo punto! Anche perchè di solito la scena costituisce un siparietto imbarazzante-diverente.. a me viene sempre da ridere, anche se sono nervosa o di fretta! Perchè sbuffare e fare i seccati? In fondo, è tanto "colpa" mia, quanto tua!!
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato


MessaggioTitolo: Re: Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali   

Tornare in alto Andare in basso
 

Manuale della buona educazione (e del buon senso)nei rapporti sociali

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Moda Bon Ton ~ Il primo sito dedicato allo stile Bon Ton :: Il bon ton :: La base generale-